//Sbanco

Sbanco

Sabato sera sono tornata per l’ennesima volta da Sbanco, pizzeria aperta circa due anni e mezzo fa a Via Siria (San Giovanni – Piazza Zama) dal trio Marco Pucciotti – Stefano Callegari – Giovanni Campari. Forse la prima pizzeria dove ho lasciato il cuore, forse la prima pizzeria che ha concretizzato il mio amore per la pizza.

Sin dall’apertura ho amato il loro supplì aringhe e stout e quello alla carbonara, e altrettanto la loro pizza carbonara o con le patate in ogni loro forma e con ogni abbinamento: ho provato patate viola e pancetta, patate e pancetta classica, patate viola e wurstel di Liberati… Quando vedo su FB che c’è una nuova pizza con le patate in menu non resisto, devo venire ad assaggiarla.

Ovviamente, quindi, non era la prima volta, ovviamente ho dei must-have quando vengo a mangiare qui (succede circa una volta ogni 2-3 mesi) ma questa volta ho voluto provare qualcosa di nuovo.
Quindi abbiamo deciso di prendere un supplì che non avevamo mai assaggiato, il Supplì Puttanesca, e una panzanella di baccalà. L’antipasto arriva velocemente e il fritto come al solito non delude: croccantissimo fuori e saporito, con olive e capperi interi dentro. Anche la panzanella è sempre ottima, fresca e avvolgente, l’unico difetto che posso trovarle, se proprio devo, è l’eccessiva quantità di baccalà rispetto al pane.

Per quanto riguarda le pizze questa volta abbiamo scelto di dividere due pizze: la Parmigiana, con melanzane fritte, fiordilatte, parmigiano, pomodoro e basilico, e l’Elorina, ricotta di pecora lavorata con olio extra vergine e “acqua” di pomodoro, pacchetelle del piennolo saltate in aglio, olio peperoncino, rosmarino e lamelle di mandorle tostate. Entrambe pizze molto cariche, ma tutte due buonissime. In particolare l’Elorina mi ha stupito: la morbidezza della ricotta crea un contrasto particolarissimo con le mandorle tostate, mentre l’acidità del pomodoro si amalgama perfettamente con la dolcezza della ricotta.

Dopo queste due pizze purtroppo non siamo riusciti a prendere un dolce, ma ho sentito dal tavolo accanto dell’esistenza di ravioli fritti con ricotta e gocce di cioccolato all’interno che non mi farò scappare la prossima volta.

Da bere il mio fidanzato ha preso una birra dalla tap list di 15 proposte alla spina, allineate sul bancone su cui si può anche cenare. Io ho optato per l’acqua (lo so, faccio pena). A fine pasto abbiamo assaggiato la ratafia, un amaro a base di amarene.

In totale abbiamo speso circa 45 euro.

N.B.: Questa è davvero una delle mie pizzerie del cuore, quindi forse il mio giudizio è un po’ di parte. Di certo, chi vuole mangiare un’ottima pizza in zona San Giovanni non può perdersi questa tappa.

Sbanco
Via Siria, 1
€€
Facebook

2019-01-23T17:10:35+00:00

Leave A Comment

This website uses cookies and third party services. Ok